Naviga

Nuove regole per il consumo d’olio in bar, ristoranti e hotel

L’olio d’oliva rimane, senza alcun dubbio, uno tra i prodotti tipici migliori con il quale rendere speciale un piatto. Di recente, la Commissione Europea ha intenzione di rendere più chiara la sua presenza nei bar, ristoranti ed hotel che dispongono del servizio di catering.

Stando a quanto è possibile apprendere, Bruxelles proprio domani, in occasione del Comitato di gestione per il settore – dove vi saranno i 27 stati membri a livello tecnico – vuole proporre l’introduzione di nuove regole di commercializzazione relative proprio all’olio d’oliva nel settore HORECA.

Le fonti riportano che gli Stati Membri, molto probabilmente, saranno spinti nel richiedere l’uso di imballaggi che non permettono il riempimento con altre qualità di olio d’oliva. In questo modo, si avvia un primo confronto sulla proposta, anche se ancora non decisivo, per rendere così più chiara la situazione per l’utilizzo dell’olio nel settore HORECA.

Lo scopo fondamentale dell’introduzione di queste nuove regole sono il miglioramento della qualità dell’olio e, inoltre, il controllo dello stesso tramite l’utilizzo di misure utili proprio per preservare l’immagine di un prodotto tipico così importante su tutto il mercato europeo. Con queste regole, peraltro, si cerca anche di proteggere ancor meglio il consumatore che si trova di fronte ad una bottiglia di olio presso un ristorante, un bar o hotel.

, , , ,