Naviga

Più succo nelle bibite gassate

Da un recente studio condotto da uno studio effettuato a livello mondiale e successivamente analizzato dal Censis-Coldiretti, è emerso che quasi 23 milioni di italiani bevono bevande gassate e 6,5 di questi lo fanno anche regolarmente. Molti di voi sapranno sicuramente che questo tipo di bevande possono essere anche protagoniste di malattie come il diabete, il tumore e malattie cardiovascolari. Proprio per questo, la Coldiretti ha chiesto di recente che venga resa operativa la legge Balduzzi sulla Sanità: in pratica, si parla di obbligare le aziende ad inserire dal 12 al 20% di succo nelle bibite.

Dunque, sarebbe il caso di fermare assolutamente la vendita di aranciate che alla fine hanno ben poco a vedere con le vere e proprie aranciate, quelle fatte in casa con la frutta. Ad ogni modo, la causa dell’allarme di questo consumo eccessivo di bibite è dovuto anche al fatto che gli italiani hanno abbandonato sempre di più la dieta mediterranea, sia uomini che donne.

Durante il 2012 una grande parte della popolazione italiana ha abbandonato proprio i principi di questa dieta mediterranea , facendo calare così il consumo di alimenti come il pesce fresco, il vino, l’ortofrutta e l’olio d’oliva; ad aumentare è il consumo della pasta con un 1%, dati emersi per l’appunto da Ismea ed elaborati dalla Coldiretti.

E voi siete ancora soliti seguire la dieta mediterranea oppure vi affidate ad altro?