Naviga

Gli Hashtag di Facebook una mini guida per le aziende agroalimentari

Sicuramente se siete un’azienda agroalimentare avrete già realizzato la vostra pagina personale su Facebook per condividere tutte le novità che riguardano la realtà aziendale con i fan. Da poco, proprio su questo noto social network è stata inserita la funzione dell’hashtag, ovvero un “etichetta” che è possibile dare ai propri messaggi per farsi trovare prima sul network, anche da quelle persone che ancora non sono iscritte al gruppo.

Ma come si usano gli hashtag?

Per attirare l’attenzione sulla propria azienda, sulla vostra località o, perché no, su un evento o un prodotto in particolare si potranno usare con intelligenza gli hashtag. Qui di seguito vi diamo una dritta per muovervi al meglio su Facebook con quest’ultima novità:

1 – Scegliete il giusto hashtag:

Per ogni azione che farete sul vostro gruppo Facebook sarà indispensabile selezionare l’hashtag più appropriato. A tal proposito, se desiderate condividere una foto, dove mettete in mostra la lavorazione di un prodotto o, per esempio, vi occupate di vini e desiderate condividere la foto della vostra vigna, potrete incentrare la vostra attenzione proprio su questo. Gli hashtag migliori in questo caso potrebbero essere #nomelocalità e #vigniti .

Online trovate anche molti servizi che vi permettono di trovare gli hashtag più utilizzati sul web, come ad esempio il sito di Hashtagify.me

2 – Trovate gli hashtag stranieri per il pubblico internazionale:

Se avete un pubblico internazionale pensate in multilingua sul vostro gruppo e comunicate in inglese, tedesco, francese o spagnolo, senza dimenticare di aggiungere i giusti hashtag.

3 – Mai caricare di troppi hashtag:

Quante volte vi è capitato di guardare la concorrenza e scoprire messaggi contenenti solo una valanga di hashtag? Ecco, questo è quello che dovrete assolutamente evitare, poiché in questo caso si avrà solo un effetto disturbo o spam sull’utente che visita il vostro gruppo Facebook.

4 – Non aggiungere hashtag inutili:

Ricollegandoci con il discorso del punto 3, vi consigliamo vivamente di evitare l’aggiunta di hashtag inutili e troppo lunghi, come #MiglioreVinoPiemonteAzienda… e altri simili. Questi renderanno pesanti il vostro messaggio e soprattutto non saranno sfruttati come si deve dall’utenza.

Queste sono delle piccole dritte che potranno sicuramente aiutarvi a farvi conoscere meglio nel mondo social!

, ,

  • Tatiana21

    Buon giorno Marta. Complimenti per l’articolo e i buoni consigli! Ti ringrazio per aver menzionato hashtagify.me 🙂