Naviga

Natale 2014:oltre 4 miliardi spesi in cibo:grande successo per i prodotti tipici

Bilancio positivo,nel settore enogastronomico per l’appena passato Natale,poichè nonostante la crisi gli italiani non hanno badato a spese per imbandire le tavole nei giorni di festa.E a trionfare sulle tavole sono stati proprio i prodotti tipici.Secondo i dati di Coldiretti,gli italiani hanno scelto prodotti di qualità,a km 0,biologici,artigianali.Si è investito più in qualità che in quantità.

Dall’inizio della crisi,per la prima volta ,quest’anno,i soldi spesi nel settore agroalimentare,sorpassano quelli per i regali e diventa la voce più importante che le famiglie hanno investito.Percentuali alla mano si parla di un 35% per il cibo e del 25% per i regali.

Il budget natalizio delle famiglie italiane,per circa un terzo è stato speso quindi nel settore agroalimentare.

C’è da dire che l’enogastronomia sta vivendo un momento d’oro,e spessissimo si regalano prodotti alimentari,soprattutto tipici ed artigianali.Infatti,sembra proprio che donare tipicità alimentari sia divenuto il regalo prediletto degli italiani.

Ecco allora il boom dei prodotti tipici che hanno trionfato sulle nostre tavole;vini,dolci,salumi,e tantissime altre specialità,che servono a far conoscere luoghi e territori a persone che si incontrano in occasione dei periodi di festa.

Come orientarsi nella scelta dei prodotti tipici?

Coldiretti  ci indica di scegliere i prodotti venduti direttamente dai produttori agricoli in azienda o nei piccoli mercati organizzati degli agricoltori di campagna amica poiché ci garantiscono genuinità, convenienza,rintracciabilità ed una maggiore qualità rispetto alle numerose offerte natalizie standardizzate dei punti vendita tradizionali dove occorre stare attenti ai prezzi dei prodotti proposti in vendita, troppo bassi, che spesso possono nascondere il rischio di minor qualità se non addirittura pericoli per la salute.

Un elogio va ai prodotti tipici italiani,che da sempre contribuiscono a farci conoscere ed apprezzare nel Mondo;poichè l’Italia grazie alla sue diversità territoriali e climatiche,riesce a produrre tante deliziose specialità,frutto del lavoro di tanti piccoli produttori,dove la qualità e la genuinità sono al primo posto,orgogliosi di offrire il meglio.