Naviga

Olio d’oliva IGP DOP : un grande patrimonio italiano tutto da valorizzare

Olio d’oliva IGP DOP : un grande patrimonio italiano tutto da valorizzare

Il giorno 7 ottobre a Roma,presso la sede dell’AICIG (associazione italiana consorzi indicazioni geografiche) si è tenuta la conferenza dedicata alla presentazione dei dati emersi da uno studio sull’olio extra vergine d’oliva Dop e Igp.

Lo studio è stato svolto dall’AICIG in collaborazione con Zowart ed Ismea,ed il tema era:”Indagine sull’Olio Extravergine d’Oliva DOP IGP: un patrimonio italiano tutto da valorizzare. Indagine on-line e off-line sull’Olio Extravergine d’Oliva Dop/Igp Italiano”

In Italia,gli oli extravergine di oliva presenti nel registro europeo DOP ed IGP,sono ben quarantatre.Seguono la Spagna con trentuno,la Grecia con trenta e la Francia che ha solo dieci.

Ecco perchè un grande patrimonio tutto da valorizzare.

All’evento sono intervenute numerose persone del settore,tra cui esperti e direttori dei lavori,tra cui Fabio del Bravo,Francesco Carnevale,Pier Maria Saccani,Mauro Rosati,Luca Bianchi.

Fabio Del Bravo (Direttore dei servizi per il mercato Ismea), è intervenuto esponendo una analisi del comparto olivicolo italiano e le dinamiche del mercato.

Francesco Carnevale (Presidente e Direttore Zowart) ha esposto l’opinione degli utenti del web sull’olio extravergine di oliva,mentre Pier Maria Saccani (segretaria generale Aicig) ha illustrato il valore dei consorzi di tutela ed il loro ruolo fondamentale.

Gli interventi sono stati moderati da Mauro Rosati.

Questa conferenza stampa ha avuto il compito di fotografare la situazione italiana dei preziosi oli extravergine d’oliva DOP ed IGP;un punto di partenza per valorizzare questo patrimonio,che molto spesso viene lasciato a se stesso.

Un lavoro da cui iniziare a promuovere il vero Made in Italy

Olio d’oliva IGP DOP : un grande patrimonio italiano tutto da valorizzare