Naviga

Con la patata del Fucino siamo a 282 Igp

Con la patata del Fucino siamo a 282 Igp,…finalmente ottenuto questo importante riconoscimento!

Ad aprile 2016,la Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea ha iscritto la Patata del Fucino nel registro dei prodotti tipici italiani che possono fregiarsi del noto marchio IGP (Indicazione geografica protetta).

La patata del Fucino, un prodotto di qualità tipico dell’altopiano del Fucino,in Abruzzo.

L’altopiano del Fucino si trova in provincia dell’Aquila,nella Marsica,a quota 650/680 m s.l.m.

Qui un tempo c’era un lago,che è stato,nel 1785,bonificato e prosciugato,ed ora queste terre sono impiegate per coltivare questa rinomata patata ed altri ortaggi.

Per patata del Fucino,si intendono quei tuberi maturi della specie “Solanum Tuberosum”,della famiglia delle Solanacee.

Questa patata viene raccolta solo a piena maturazione,tra la fine del mese di luglio e le prime settimane di agosto,ed ha la caratteristica di conservarsi,in condizioni ottimali,senza perdere le sue caratteristiche,fino all’anno successivo.

Con la patata del Fucino siamo a 282 Igp

 

 

 

 

 

 

La patata del Fucino ha una forma ovale,molto regolare,rotondeggiante.Si presenta con un colore chiaro,leggermente rossiccio,e la sua polpa è gialla e può essere in base alla varietà a pasta compatta o farinosa.

Ampio è il loro utilizzo in cucina e vengono impiegate per preparare gli gnocchi,il sugo,il purè,per impastare il pane,per essere fritte etc.

Grazie a questo riconoscimento salgono a quota 282 le Dop e Igp italiane registrate in ambito comunitario europeo andando cosi ad allungare la lista delle tipicità italiane riconosciute e tutelate.

Abbiamo un grande patrimonio di cui dobbiamo andare fieri,e che tutti ci invidiano.

L’Italia,grazie alla sua diversità di territori è in grado di offrire prodotti unici ed inimitabili e questi riconoscimenti ne sono la testimonianza.