Naviga

raci2016

Raci 2016 – Prodotti tipici Intervista a Paolo Pinciaroli

Ho il piacere di parlare con Paolo Pinciaroli , direttamente dalla regione Marche , collaboratore per realizzare Raci 2016.

Un grande successo vero Paolo:
– La risposta l’ abbiamo vista dalla grande affluenza di pubblico che sicuramente ha superato i numeri dello scorso anno, questo significa che il target che abbiamo scelto è un target consumatore che è quello che bisogna affrontare in questo periodo .

La globalizzazione ha tagliato i ponti con al realtà rurale, per cui dobbiamo aiutare il consumatore a riavvicinarsi al mondo rurale, alle caratteristiche, al valore aggiunto dei nostri prodotti, e soprattutto rieducare la gente a riscoprire quelle che sono le nostre radici.

Il Raci 2016 ha proposto tante attività legate alla filiera corta , laboratori, la parola d’ ordine è migliorare la consapevolezza del consumatore a qualsiasi livello, grandi e piccoli, tant’ è vero che uno dei punti di forza del Raci è anche la parte didattica che ci ha fatto piacere che quest’ anno sono intervenuti gli atenei a fare formazione ai piccoli.

Quindi significa che a certi livelli, anche universitari si comincia ad investire sui piccoli, per farli crescere in maniera consapevole.

Questo sicuramente è importante per dare futuro alla Raci, perché quando alla Raci vengono i piccoli vuol dire che la Raci avrà lunga vita, sempre se non ci saranno altri inconvenienti.

– a nome mio e a nome di tutto lo staff di Prodottitipici.it ti ringrazio per la grande disponibilità che ci hai riservato.
– Grazie a voi, perché il format che abbiamo scelto fa sì che chi ha buone cose da comunicare alla gente è sempre ben accetto qui alla RACI.

Qui si viene per fare esperienza, per imparare , quindi anche l’ e-commerce sarà il futuro, è bene che ci sia e da parte nostra vi abbiamo ospitato ben volentieri