Naviga

Come cambierà il modo di fare spesa, Amazon go

Ognuno di noi almeno una volta ha acquistato merce on line, sia per comprare abbigliamento piuttosto che tecnologia o prodotti di bellezza, uno dei siti più usati è Amazon. Negli stati uniti questo colosso del commercio elettronico sta sperimentando un nuovo negozio fisico. È già in funzione infatti un supermercato senza casse dove non si paga prima di uscire. Sembra uno scherzo? Non lo è! Infatti Amazon ha creato un negozio di alimentari dove si può fare una spesa tecnologica usando il proprio smartphone.

Il funzionamento è a parole, piuttosto semplice; la Amazon ha creato una app per il cellulare che comunica con il sistema del negozio, ovvero quando il cliente entra nel supermercato viene riconosciuto attraverso la scansione del codice QR generato dall’app.
A questo punto si procede a fare la la spesa in modo tradizionale, si prende ciò che serve e ciò che più piace e si esce. Il costo della merce totale viene addebitato sulla carta di credito istantaneamente. Il sistema creato da Amazon riconosce praticamente  cosa è stato messo nel carrello attraverso tecniche di machine learning, computer vision e sensori.

Questo sistema riesce anche a capire se è stato riportato a posto un articolo, cancellandolo così dal nostro carrello virtuale. L’azienda ha pubblicato un video dimostrativo che ha subito conquistato gli appassionati e che si è diffuso velocemente in rete. La città in cui è in atto questo esperimento è Seattle e attualmente il servizio viene provato solo dai dipendenti Amazon locali. I responsabili però affermano che nei primi mesi del 2017 il servizio sarà disponibile anche per i clienti. Naturalmente però ci sono molti che sostengono che il sistema mostrato rischia di essere poco stabile: i problemi principali verrebbero dai tag in radiofrequenza che sembrano non funzionare (se non a una distanza di 2 mm) se usati per le lattine o i contenitori con all’interno liquidi o sostanze con dentro almeno un 70 per cento di acqua.
Se questo nuovo modo di fare la spesa funzionerà sicuramente rivoluzionerà il mondo del commercio al dettaglio ma non solo, infatti oltre ai lati positivi quali l’evitare le code nei negozi, il fare acquisti in maniera rapida e il non dovere portarsi dietro troppi contanti stando più sicuri, bisogna considerare il lato del personale. Se gran parte dei negozi in futuro potranno usare questo servizio Amazon sicuramente si andrà in contro ad una sensibile riduzione del personale, il lavoro di commessa o cassiera sarà un ruolo che potrebbe essere sostituito dall’applicazione. Tutti coloro che rivestono questi incarichi potrebbero avere bisogno di cercare un nuovo lavoro.

Anche i rapporti umani forse ne risentirebbero, forse ci troveremo in grandi centri commerciali come tutti robot senza scambiarsi nemmeno un “buongiorno”, ognuno di fretta per conto suo. Certamente è presto per fare questo tipo di considerazioni, perché il progetto non è praticamente neppure neo nato, però sicuramente la tecnologia deve essere usata, come tutte le cose, per migliorare la vita dell’uomo e renderla più piacevole, senza danneggiare alcune categorie di persone per favorirne altre, anche se non sempre questo è possibile.