Naviga

online-dining-influencer

I food influencer: chi sono

Circa 10 anni fa su internet nascevano i primi blog di cucina, da allora se n’è fatta veramente molta di strada e le persone che propongono ricette, si dichiarano appassionati di cucina e si destreggiano ai fornelli sono aumentate in numero elevatissimo. Ecco che allora al giorno d’oggi invece che parlare di blog dobbiamo cominciare a parlare di food influencer. Ma cosa sono i food influencer? Con l’avvento dei social network e il sempre numero crescente di persone registrate su Facebook, Twitter e quant’altro, i vecchi blogger, proponendo le loro ricette e i loro consigli sul tema dell’alimentazione, riescono ad avere centinaia o addirittura migliaia di seguaci. A questo punto il blogger riesce a diventare un vero e proprio personaggio pubblico, al cui si attribuiscono delle competenze e delle capacità nell’ambito in cui operano.
Il mondo dei food influencer, ma tutto il mondo dei social network in generale, ha rivoluzionato in pochissimo tempo sicuramente la comunicazione e ha creato delle figure che si trovano nel mezzo dello standard informativo. Il food influencer infatti la maggior parte delle volte non è un giornalista, che ha maturato un’esperienza di qualsiasi periodo in un certo settore, anzi spesso sono semplicemente appassionati di un determinato argomento, che cominciano a condividere sul weblLe loro passioni. Il passo dal web fino a riviste e TV è poi veramente breve, infatti un food influencer che ha un alro numero di seguaci sarà presto contattato da trasmissioni televisive e redazioni per avviare una sua rubrica, o ritagliarsi uno spazio all’interno di un programma. Molto spesso poi nelle loro videoricette, parlando del settore alimentare, o nei loro tutorial, sono inseriti dei prodotti di qualche brand, creando così un fenomeno pubblicitario. Infatti un food influencer con migliaia di seguaci è un’ottima finestra per un’azienda che vuole fare pubblicità ad un determinato articolo o più di uno. Ecco allora che nei video di ricette ad esempio compariranno l’olio di marca X, piuttosto che la farina di marca Y.
Attualmente in Italia ci sono circa 400 food influencer, in prevalenza femminili, questi pubblicano mediamente 1400 post al giorno sui vari social network e vengono seguiti da oltre 11 milioni di persone, il mercato che muovono si aggira intorno ai 6,3 milioni di euro. Recentemente sono nate polemiche tra la stampa vera e propria e questi nuovi comunicatori, poiché i food influencer non hanno obblighi di attenersi alle norme deontologiche dei giornalisti, che sono stabilite dal Testo unico dei doveri del giornalista, dove si vieta di prestare nome, voce e immagine per la pubblicità, così come le testate registrate non devono pubblicare contenuti pubblicitari, se non dichiarati e ben riconoscibili da chi legge; i video e i blog amatoriali che invece ci sono in giro attualmente hanno uno spazio franco nonostante si stanno creando delle  normative e si stanno svolgendo dei controlli anche da parte dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria.