Naviga

gel

Differenze tra gelato ed ice cream

Molto spesso il termine gelato e Ice Cream vengono usati per descrivere lo stesso prodotto. Ma siamo sicuri che davvero il gelato e l’Ice Cream sono la stessa identica cosa? In tanti infatti pensano che gelato sia semplicemente la traduzione italiana del termine inglese ice cream ma se parliamo solo con appassionati o addetti ai lavori questi ci diranno che i prodotti sono diversi. Il nostro gelato all’italiana in realtà è una macro categoria dove vengono inseriti gelati e sorbetti; questi ultimi a differenza delle creme sono a base d’acqua e non hanno all’interno derivati animali, perché utilizzano i grassi della frutta secca o i grassi vegetali. Il gelato alle creme invece sia nei gusti frutta, che in quelli più golosi come cioccolato e panna, contiene al suo interno latte o panna o comunque componenti grassi di origine animale. Spesso a questi ultimi vengono aggiunti anche i grassi ottenuti dalla frutta secca, la percentuale però resta comunque basta perché il totale non supera l’8%.

Ecco allora che emerge la prima differenza con l’ice cream, dove secondo quanto è stato imposto dal disciplinare del Food and Drug administration ci deve essere un contenuto di grassi non al di sotto del 10%. L’ice cream infatti come si può capire anche dal nome stesso, deve avere al suo interno maggiori quantitativi di panna. Le grandi differenze con il gelato artigianale sono poi quelle della fase produttiva. L’ice cream è prodotto più che altro a livello industriale, viene realizzato in grandi quantità che possono essere conservate per un periodo di tempo lungo. Viene trasportato e poi immagazzinato prima di essere acquistato dai consumatori, perciò durante la sua lavorazione a ciclo continuo viene fatto passare in grandi tunnel di surgelazione dove subisce un aumento del volume consistente, la legge infatti consente di incorporare fino al 100% di aria rispetto al suo peso, questa concessione è fatta per permettere che si sciolga meno velocemente per l’effetto isolante dell’aria. L’ice cream di solito viene portato ad una temperatura di meno 18 gradi, questo lo fa conservare a lungo termine e permette di trasportarlo e spostarlo senza intaccarne il gusto e l’integrità. Il nostro gelato artigianale invece viene realizzato con dei mantecatori discontinui ed è prodotto all’interno della gelateria dove viene venduto; deve essere consumato in pochi giorni e risulta meno soffice perché incorpora meno aria e questo lo rende più compatto e più denso. Anche la temperatura a cui si serve il gelato è leggermente superiore a quella dell’ice cream, in questo modo si sente di più il sapore del prodotto. Infine, ma non è sicuramente l’ultima caratteristica da tenere in mente, dobbiamo dire che le materie prime con cui si produce il gelato sono fresche, mentre spesso per l’ice cream si usa, ad esempio, latte in polvere.