Naviga

vinocalcio

Il calcio e il vino

Il vino e il calcio, due delle grandi passioni degli italiani unite. Il legame fra queste due eccellenze del nostro paese lo instaurano alcuni produttori di vino molto particolari. Sono tanti infatti i calciatori e allenatori di calcio che una volta finita la carriera agonistica, in serie a, o sulle panchine europei e mondiali, decidono di diventare imprenditori vinicoli. Alcuni anni fa era molto diffuso tra gli ex calciatori aprire ristoranti e locali di tendenza, ultimamente invece l’attenzione si è spostata sulle vigne e sul vino di qualità. Tra i nomi eccellenti che hanno deciso di intraprendere questa attività, un po’ per passione, un po’ per lavoro secondario, c’è l’allenatore Luciano Spalletti. Il mister dell’Inter è di Certaldo in Toscana e ama parecchio il vino, ha acquistato una casa vacanze a Montaione e l’ha trasformata in un agriturismo. Avendo anche annessa la vigna, Spalletti ha deciso di produrre un vino rosso che ha chiamato Bordocampo igt fatto con uve Sangiovese e merlot; attualmente vengono prodotte 10000 bottiglie all’anno ed inoltre il tecnico ha aperto a Firenze insieme a Dario Dainelli, produttore anch’esso di un sangiovese puro di nome Red ed un altro calciatore un ristorante chiamato Osteria del calcio ffb. Anche due attuali calciatori della Juventus producono vino, Buffon e Barzagli. Il primo è socio di una azienda che produce un Primitivo del salento, con una produzione di 30000 bottiglie annue e fa parte della selezione dei Campioni dove si trovano anche nomi di altri calciatori. Andrea Barzagli invece è socio di una azienda vinicola biologica siciliana, che si chiama Le casematte e produce  il Faro Doc, oltre a Rosematte, Peloro sia rosso che bianco. Tommasi invece, presidente dell’associazione italiana calciatori, produce a San Michelotto, in Valpolicella, 17 un Valpolicella Ripasso Doc e Anima Candida, Amarone Docg. Anche due campioni del mondo come Pirlo e Rossi si dedicano al vino, Pirlo da oltre dieci anni a Brescia possiede Pratum Coller, azienda biologica dove si realizzano due rossi, un rosato e un bianco vinificato con Trebbiano di Lugana, a firma IGP Montenetto di Brescia, produzione annua di circa 25 mila bottiglie. Paolo Rossi invece, nel resort Poggio Cennina che possiede a Bucine produce il Borgo Cennina, un rosso con selezionate uve Sangiovese e con piccole quantità di Merlot e Cabernet. Infine anche Alberto Malesani, dal 2015 si è dedicato all’azienda agricola La Giuva nel Veronese con la sua famiglia. I suoi vini si chiamano Valpo, Rientro, Amarone e Recioto.