Naviga

Lacrima di Morro d’Alba

Categoria:

lacrima di morro dalba

Nella provincia di Ancona, ancora oggi, si produce il famoso vino Lacrima di Morro d’Alba, un DOC adatto soprattutto con abbinamenti di prodotti tipici delle Marche come i saluti Fabriano, il ciarimboli o salsicce di fegato, piatti a base di carne bianca ed alcuni antipasti marinati come il pesce azzurro o il brodetto all’anconitana. Questo vino fu riconosciuto ufficialmente come denominazione di origine controllata nel 1985, definendosi così un vino di grande importanza. In realtà, sembra comunque che questo vino era conosciuto già in passato e più precisamente si parla del Lacrima di Morro d’Alba già nel 1167, grazie a Federico Barbarossa che durante l’assedio ad Ancona scelse le mura di Morro d’Alba come luogo per ripararsi. Qui, gli abitanti, offrirono cibo e da bere, tra cui il famoso succo d’uva di Morro d’Alba.

Questo vino si presenta nel bicchiere in una colorazione rosso rubino intenso, con sfumature tendenti al violaceo. Nel periodo giovane, il vino è delicato e caratterizzato da un profumo vinoso, mentre che con l’invecchiamento assume delle note fruttate e floreali con accenni di viole, violetta, mirtilli, more di rovo, ciliegie e fragole. Il Lacrima di Morro d’Alba possiede una struttura abbastanza corposa ed un gusto asciutto ed un tannino delicato e per nulla pungente. Anche la cantina Badiali e Candelaresi, in provincia di Ancona, mette a disposizione della propria clientela dell’ottimo vino Lacrima di Morro d’Alba; dunque, se desiderate sorseggiare un ottimo vino rivolgetevi alla cantina e ricordatevi di servirlo in calici a ballon tra i 16° ed i 18°C.