Naviga

Recioto veneto

Product Description

Il Veneto è una regione con una grande tradizione vinicola, uno dei vini e prodotti tipici di questa zona è il Recioto di soave che è un vino DOCG la cui produzione è consentita nella provincia di Verona, e precisamente nella zona collinare di parte dei comuni di Soave, Monteforte d’Alpone, San Martino Buon Albergo, Mezzane di Sotto, Roncà, Montecchia di Crosara, San Giovanni Ilarione, Cazzano di Tramigna, Colognola ai Colli, Illasi e Lavagno.

Il nome di questo vino è un termine dialettale della gente veronese; deriva da “recia”, che è la parte alta del grappolo di Garganega, quella più ricca di zuccheri e meglio esposta all’insolazione. Ha un colore giallo brillante che può essere più o meno intenso, il Recioto di Soave ha un profumo complesso che ricorda il miele d’acacia con sfumature floreali di grappolo e un bouquet vellutato, è un vino dal sapore  corposo e gradevolmente mandorlato ed armonico. Il Recioto è stato il primo DOCG del Veneto e la dicitura gli è stata conferita nel 1998. Il nome “recioto”, riservato esclusivamente ai vini veronesi ed al Recioto di Gambellara, è protetto dalla Legge n. 46 del 01/03/1975.

I grappoli vengono scelti con cura e selezionati poco prima della raccolta vera e propria, i migliori poi vengono posti sui graticci per l’appassimento. L’uva a riposo viene costantemente seguita e pulita dai quattro ai sei mesi fino al momento della pigiatura.Per la fermentazione, si usano piccoli botti ed è un processo lento e molto lungo. Per fare questo vino la cosa migliore è decantare e filtrare il mosto fino a che non appaia netto da ogni sua parte grassa; viene poi fatto fermentare in piccoli barili, ed in luogo piuttosto freddo, senza raspi né fiocini: in questo modo si fa bollire assai lentamente e questo vino conserva intatta una qualche parte di materia zuccherosa.