Come sfruttare le offerte e pubblicità su Facebook

Facebook

Utilizzare Facebook non significa solo rapportarsi con i propri utenti e rispondere ad eventuali quesiti, piuttosto si mette in evidenza che un’azienda deve saper sfruttare al meglio questa realtà e, perché no, cercare di capire come usare anche la pubblicità su Facebook in una maniera migliore degli altri. Per prima cosa, però, è indispensabile capire qual è la differenza tra un’inserzione di Facebook e le notizie sponsorizzate!

Nel primo caso, è l’azienda a creare un’inserzione e paga Facebook in maniera tale che questo la mostri alle persone a cui potrebbe interessare l’argomento, la stessa inserzione. Le notizie sponsorizzate, invece, sono diverse dalle prime giacché questa è visualizzabile già su un’attività eseguita dai tuoi amici, dalle Pagine che ti piacciono o ancora dalle applicazioni che generalmente usi. Un’azienda, quindi, pagherà per sponsorizzare questa notizia e quindi per aumentare la visibilità della stessa.

Nel complesso, è possibile affermare che l’offerta è un vero e proprio investimento per un impresa che desidera promuovere la propria immagine o,per esempio, lanciare un nuovo prodotto. Le inserzioni, realizzate da chi possiede una pagina aziendale Facebook, si vanno a posizionare sulla barra destra della schermata video e per queste si possono impostare titolo, immagine, testo, pubblico da raggiungere, budget giornaliero e totale da investire e durata della campagna. Come detto in precedenza le notizie sponsorizzate spingono la visibilità di un post in bacheca di più persone; peraltro, proprio di recente è stata introdotta la possibilità di sponsorizzare non solo i post dell’azienda, ma anche quelli degli account Facebook personali.

Share:

Potrebbe interessarti...

Intervista Valerio Giacobazzi Acetaia Valeri

Valerio Giacobazzi in questa video intervista ci fa scoprire la storia dell’Acetaia Valeri. Trascrizione videoSalve sono Fabio Carucci amministratore del sito prodottitipici.it . Oggi abbiamo

E-commerce agroalimentari

Mai come in questo particolare momento si sta parlando di ecommerce agroalimentari. Con l’emergenza corona virus (Covid 19) si sta scoprendo un modo diverso di