Cala l’acquisto dei prodotti tipici pasquali

Le famiglie italiane sembra che trascorreranno la Pasqua 2013 all’insegna dell’austerità: questo è il messaggio che ci arriva dai dati raccolti dal Codacons che vede un calo di acquisti per i prodotti tipici pasquali e in particolare delle uova di cioccolato e colombe. Ciò è dovuto soprattutto alla situazione economica del nostro paese che vede una perdita del potere d’acquisto da parte della popolazione che si vedono così costrette a tagliare gli acquisti in occasione della Santa Pasqua.

Ma diamo un’occhiata nel dettaglio: si riscontra per la precisione dei riscontri che i dolci ed i prodotti trasformati come le colombe e le uova di cioccolato che hanno subito degli aumenti dal 6% all’8% rispetto allo scorso anno.

Il presidente Carlo Rienzi della Codacons fa sapere che i consumi relativi ai prodotti tipici pasquali hanno visto una crisi pesante con un record dei cali fino ai 17%, rispetto al 2012. Ad ogni modo, gli italiani pur effettuando dei tagli non faranno certamente a meno del tradizionale pranzo di Pasqua, da fare insieme alla propria famiglia,  e non mancheranno prodotti tipici come l’abbacchio ed il salate. Nel complesso, dunque, si può dire che si parla di una spesa complessiva di 1 milliardo di euro, solo per quanto riguarda il pranzo di Pasqua.

E voi che cosa acquisterete in occasione della Santa Pasqua del 2013? Porterete in tavola i tradizionali prodotti tipici pasquali?

Share:

Potrebbe interessarti...

Intervista Valerio Giacobazzi Acetaia Valeri

Valerio Giacobazzi in questa video intervista ci fa scoprire la storia dell’Acetaia Valeri. Trascrizione videoSalve sono Fabio Carucci amministratore del sito prodottitipici.it . Oggi abbiamo

E-commerce agroalimentari

Mai come in questo particolare momento si sta parlando di ecommerce agroalimentari. Con l’emergenza corona virus (Covid 19) si sta scoprendo un modo diverso di