Gnamit, il progetto food che promuove, valorizza e sostiene la cultura alimentare italiana

In un contesto storico sempre più assuefatto dai “sapori standard” e del “tutto pronto e subito” che le grandi multinazionali con prepotenza fanno approdare sulle nostre tavole, la necessità di rieducare il consumatore alla buona, giusta e corretta alimentazione è il primo passo per valorizzare, sostenere e promuovere la cultura alimentare italiana fatta di prodotti e produttori di eccellenza. Non solo la scomparsa dei sapori autentici dalle diverse preparazioni gastronomiche che caratterizzano la nostra Italia ma anche una drastica riduzione della qualità dei prodotti alimentari, sembrano essere il problema principale della nuova era.

Il consumatore è incapace di discendere il vero dal falso, il buono dal non buono“.

Così Vito Casamassima dottore in scienze e tecnologie alimentari e fondatore del progetto Gnamit, ci spiega come il consumatore odierno, dinnanzi alla scelta d’acquisto di un prodotto alimentare, è completamente confuso. Tra i molteplici messaggi di marketing che passano nelle diverse emittenti televisive, le radio e i social network, i sapori sempre più esaltati dal falso e i nuovi stili di vita governati dalla fretta e dalla scarsa informazione, corrompono sempre più il consumatore medio all’acquisto di merce senz’anima.

Secondo il dottor Vito Casamassima è necessario rieducare i consumatori iniziando dal corretto riutilizzo dei sensi in particolar modo del gusto e dell’olfatto attraverso percorsi di degustazione e attraverso l’informazione fatta di un linguaggio semplice e comprensibile per tutti.

Il progetto Gnamit

Il progetto Gnamit, dunque si inserisce perfettamente nel contesto odierno e mira alla consapevolezza del consumatore. Gnamit, utilizzando un linguaggio semplice sfrutta i nuovi canali di comunicazione del web per informare il maggior numero di consumatori. Navigando attraverso il sito web, www.gnamitfood.it, è possibile leggere i numerosi articoli informativi redatti da professionisti del mondo agro-alimentare e della nutrizione, atti alla divulgazione di concetti sul cibo. “Fatti di cibo” è il nome del progetto divulgativo digitale di Gnamit che si completa attraverso incontri informativi dal vivo e percorsi di degustazione nonché rubriche su produttori e sul meraviglioso olio extra vergine di oliva. Un portale di ricette in cui chiunque può leggere, commentare e pubblicare le sue preparazioni gastronomiche, completa questa realtà che si fa sempre più presente nel contesto nazionale.

Un bellissimo progetto sicuramente destinato a crescere e che potrebbe davvero fare la differenza non solo nel mondo web ma anche nei consumatori. Insomma, un progetto con tutti i presupposti che ci aiuterebbero a diventare consumatori consapevoli capaci di valutare, scegliere e acquistare in maniera autonoma gli alimenti che diverranno componente del nostro organismo e che saranno capaci di farci stare bene con noi stessi, con gli altri e con il mondo.

Share:

Potrebbe interessarti...