Caffe' tipico friulano

Descrizione

Se Napoli per molti e’ la patria del caffe’ una città del Friuli, Trieste, e’ considerata la citta’ del caffe’. L’importanza di questa bevanda nasce nel settecento, nel periodo asburgico dove tutti i carichi di caffe passavano per Trieste, tutt’oggi questa citta’ e’ il porto del caffe’ piu’ importante dl mediterraneo. Se passate da qui e volete assaggiae un caffe’ tipico friulano state attenti a come ordinarlo, infatti per gustare un espresso classico bisogna chiedere al barista un nero, mentre per fare colazione con un buon cappuccino bisogna chiedere un capo in tazza grande. Questi sono solo due di tanti nomi assegnati ad altrettanti tipi di caffe’. C’e’ ad esempio il capo in b tanta special che e’ un caffe’ con l’aggiunta di schiuma di latte e cacao servito in un bicchiere di vetro, oppure il gocciato, un caffe’ al quale viene aggiunta una goccia di latte, ed ancora il cbs che è un caffè in bicchiere senza schiuma ma solo con latte liscio, il capo deca, che è un caffè macchiato decaffeinato o il deca in b, semplicemente un decaffeinato messo nel bicchiere di vetro. Proprio a Trieste c’è poi la sede di una delle più grandi aziende produttrici di caffè, ma non è solo per questo che c’è tanto amore per questa bevanda, infatti in tutta la regione bere una tazzina di caffè è un piacere a cui non rinunciare, il caffè tipico friulano è per intenditori, raffinato ma deciso, il suo gusto aromatico e fruttato è piacevole sia a fine pasto che in momenti di pausa. Si consuma il caffè in diversi modi, sia da solo che con l’aggiunta di latte, di cioccolato o crema alla nocciola, come anche in altre regioni del Nord si può correggere anche con un cucchiaino di liquore ed ecco un gustoso digestivo.