Il radicchio veneto

Categoria

Descrizione

La cucina del Veneto ha sapori che sono delicati ma anche intensi e corpulenti ma anche amabili. Questa regione ha una grande tradizione culinaria e proprio il portare avanti metodi storici di preparazione e produzione degli alimenti ne fa una delle regione italiane più apprezzate dal punto di vista gastronomico. Tra i prodotti più amati ed usati di questa terra c’è sicuramente il radicchio. Questo prodotto dell’agricoltura è uno dei simboli della cucina veneta e si coltiva qui dal XVI secolo e nel 1900 viene celebrata la prima mostra dedicata ai produttori del Radicchio Rosso di Treviso e voluta dall’agronomo di origine lombarda, Giuseppe Benzi; ha quindi alle spalle una tradizione lunghissima. In sostanza questa pianta è una cicoria che si produce soprattutto nella zona di Treviso.

Questo ortaggio ha la denominazione I.G.P.. Il suo colore è rossastro con delle striature bianche ed il suo gusto è delicato ma caratterizzato da un marcato sapore amarognolo che è quello che lo ha reso famoso. Troviamo due variante di questa croccante verdura, quello precoce e quello tardivo. Il radicchio rosso di Treviso precoce è il meno pregiato dei due ed ha una foglia più larga e un sapore più amaro, dopo l’estate gli agricoltori legano le piante per far avvenire l’imbianchimento poi lo raccolgono e lo vendono. Il radicchio più famoso è quello rosso di Treviso tardivo, che ha le foglie lunghe ed affusolate, con al centro una costa bianca e le parti laterali di colore rosso violaceo. La pregiatezza di questo radicchio è soprattutto data dai difficili metodi di produzione, infatti è proibito raccoglierlo prima che la pianta abbia subito almeno due brinate. Una volta colto viene legato ed immerso nell’acqua che deve avere una temperatura non superiore ai 15 gradi. In questo modo l’acqua riavvierà il processo di vegetazione ma la mancanza della luce non farà produrre alla cicoria la clorofilla e la farà divenire più bianca e le diminuirà quel tipico sapore amarognolo.

Il radicchio resta immerso per circa 15 giorni poi viene preparato per la vendita. Il particolare sapore del radicchio lo rende ottimo per essere usato in cucina come accompagnatore delle carni o nelle ricette con il riso. Questo ortaggio ha molte proprietà medicinali perché contiene molti antiossidanti che rallentano l’invecchiamento, e recenti studi lo mettono al di sopra del mirtillo per quantità di sostanze antiossidanti contiene vitamina A, B1, B2. Inoltre è indicato per chi ha problemi cutanei e per chi soffre di artrite, ha poi un basso contenuto calorico e contenendo molta acqua e fibre è l’ideale per regolarizzare l’intestino e le quantità di ferro e calcio in esso contenute rafforzano le ossa.