'),document.contains||document.write(''),window.DOMRect||document.write(''),window.URL&&window.URL.prototype&&window.URLSearchParams||document.write(''),window.FormData&&window.FormData.prototype.keys||document.write(''),Element.prototype.matches&&Element.prototype.closest||document.write('')

liquori tipici Campania

Descrizione

Un tempo in Campania, sia in città che nel più sperduto dei villaggi, l’ospite veniva accolto offrendogli un liquore prodotto in casa. Da tale tradizione deriva il grande numero di liquori presenti nella lista dei liquori tipici della Campania. Prodotti con il metodo dell’infusione a freddo, i più tradizionali liquori campani sono il limoncello, il nanassino ed il nocino o nocillo. Il primo, cioè il limoncello è certamente il più noto, il più usato e amato.

Liquore a base di limoni della penisola Sorrentina o della Costiera Amalfitana, il limoncello è ottimo, offerto freddo di freezer, per chiudere in bellezza le cene. Molte sono le leggende e i racconti sulla sua nascita, alcuni sostengono ad esempio che il limoncello veniva utilizzato dai pescatori e dai contadini al mattino per combattere il freddo già ai tempi dell’invasione dei saraceni, mentre altri ipotizzano che la ricetta di tale bevanda sia nata all’interno di un convento monastico “tra una preghiera e un’altra”. Molto particolare è poi il nanassino, a base di frutti di fico d’India di cui sono ricche le aree litorali della provincia di Salerno, in particolare la costiera Amalfitana ed il Cilento. Tale liquore era un tempo offerto dalle famiglie benestanti in occasioni particolari e durante le festività.

Oggi, come allora, per preparare il nanassino si segue l’antica ricetta, che prevedeva l’infusione, per circa 10 -15 giorni in alcool a 95°, delle bucce di una decina di fichi maturi. L’infuso veniva poi filtrato e diluito con dello sciroppo preparato con acqua e zucchero di canna. Il nocillo o nocino, infine, è un rosolio a base di noci verdi antichissimo, la sua origine si perde, infatti, nei secoli e la sua preparazione è legata ad una metodologia precisa e quasi rituale.