liquori tipici Umbria

Descrizione

In Umbria splendida regione del centro Italia, ricca di storia cultura ed arte, ci sono tra i prodotti tipici dei liquori che meritano un assaggio. Concediamo loro questa opportunità seppur “virtuale” e “bagniamoci le labbra” con liquori del passato, ma ancora oggi prodotti. Iniziamo parlando di un liquore che si produce anche in altre zone d’Italia: il liquore di nocino.

Tale bevanda è prodotta con le noci, come ci suggerisce il suo nome, e precisamente con noci non ancora mature. Il liquore di nocino contiene tutte le proprietà della noce ed è per questo un ottimo digestivo, da servire magari a fine pasto. Nella terra dei tartufi non poteva poi mancare un liquore ottenuto da tale prezioso prodotto. Nella regione, vera e propria tartufaia, sono presenti, infatti, oltre ai tartufi bianchi ed al tartufo nero pregiato, almeno altre sette-otto specie di tartufi. Il tartufo bianco, molto raro e pregiato, vegeta ad una profondità superiore rispetto ad altri tartufi e ha un profumo acuto, inconfondibile e assoluto.

Il tartufo nero pregiato umbro o Tuber Melanosporum Vittadini è il più diffuso in Umbria e la sua grandezza può variare da quella di una noce fino ad arrivare a una mela o un’arancia. Ma torniamo al liquore che si produce con questo ultimo tipo di tartufo, ovvero l’amaro al tartufo nero. Classico della produzione dei liquori umbri questo amaro, ottenuto da un’antica ricetta, è molto gradevole e delicato. Ottimo aiuto in fase di digestione, tale liquore lasciando in bocca un deciso retrogusto di tartufo nero.