Maceratino

Categoria

Descrizione

Il Maceratino è uno tra i vitigni più diffusi nelle Marche e più precisamente nella provincia di Macerata e di Ascoli Piceno; questo vitigno a bacca bianca fa parte con molta probabilità a quello del gruppo dei Greci. Generalmente, il Maceratino è definito non solo in questo modo, bensì è chiamato con altri sinonimi come montecchiese, uva stretta, ribona e così via. Addirittura, nelle zona più antiche di queste zona delle Marche, è coltivato maritato all’acero a tralciaia con tirelle, poiché questo ha maggiore possibilità di espansione con potatura lunga.

Ad utilizzare questo tipo di vitigno per la produzione di ottimo vino bianco vediamo l’azienda marchigiana Capinera che produce con uva del Maceratino al 100% il vino Colli Maceratesi DOC. Questo vino firmato da Capinera si presenta dal colore giallo paglierino e cristallino; dal punto di vista olfattino, il vino realizzato con il Maceratino denota importanti note floreali di rosa gialla ed un accenno di fiori d’acacia. Naturalmente, non mancano neppure le note fruttate che tendono al pompelmo e mela gialla.

Invece, se proverete a degustare un bel bicchiere di vino Macerino potrete sentire come le uve sono secche, ma allo stesso tempo forniscono una vena fresca e piacevole, con un accenno di sapidità. Questo vitigno è particolarmente fragile, poiché ha poca resistenza ai freddi invernali e regge meglio le gelate di primavera.  Insomma, se si desidera bere un ottimo vino pregiato con il Maceratino si farà un’ottima scelta; va comunque detto che questo vitigno non ha particolari esigenze in fatto di natura del terreno, né per l’esposizione e né tantomeno per il clima.