Marmellata tipica Friulana

Descrizione

Il termine marmellata dovrebbe essere usato solo per gli agrumi, mentre per tutta l’altra frutta si userebbe la parola confettura. Noi però nei nostri articoli, continueremo ad usare il termine marmellata, che e’ quello più usato dalla maggioranza delle persone. Lasceremo il termine confettura per le preparazioni di frutta lavorata in genere e per le gelatine, di cui parleremo più avanti. Le marmellate tipiche del Friuli Venezia Giulia non sono realizzate solamente con frutta ma si utilizzano anche le verdure. Per questo motivo molti tipi di marmellata friulana hanno dei gusti particolari e unici.

Tra le marmellate di frutta classica dobbiamo fare una distinzione tra marmellate di antica tradizione, marmellate di nuova tradizione, e marmellate di nuova tradizione per mix di frutta. Iniziamo con le prime che sono realizzate con mirtilli, fragole, lampone, olivello e mela; queste marmellate sono le più tipiche in assoluto della Regione, prodotte fin da tempi antichi, alle quali seguono le marmellate di albicocche, ciliegie, susine, amarene, fichi, quest’ultima in particolare nella zona di Caneva di Pordenone, viene realizzata con una pianta particolare cioè il ficomoro.

Le marmellate di nuova tradizione invece devono la loro produzione alla riscoperta dell’ambiente naturale che si è verificato negli ultimi anni. Per valorizzare le piante e i frutti tipici locali i produttori hanno iniziato a creare nuove varietà di marmellate che finora non erano state prese in grande considerazione; tra queste nuove marmellate troviamo quella di pere, di ribes rosso, ribes nero, di corniola, di uva fragola, di zucchine, di ciliegie amarene e di rosa canina.

Infine troviamo le marmellate di nuova tradizione per mix di frutta, questi prodotti hanno un sapore ed un gusto unico ed originale, perché vengono abbinati due o più tipi di frutta. le varietà che hanno maggiore successo attualmente sono quelle di mele con spezie, corniole e mele, mele cotogne e uva fragola, olivello con mele, cachi con alloro e sambuco e mele; dobbiamo fare una considerazione doverosa per l’ olivello spinoso, un piccolo frutto che abbiamo nominato, che ha una percentuale altissima di vitamina C superiore di 10 volte a quella degli agrumi, che cresce maggiormente in Carnia ed e’ molto apprezzato.