Offida passerina

Categoria

Descrizione

Nel 2001 il vino Offida Passerina ha ottenuto la denominazione di origine controllata; va comunque detto che questo vino esisteva già da molto tempo fa ed era consumato in occasione del carnevale. Il nome di questo vino deriva da un antico comune posto nella provincia di Ascoli Piceno e, possiamo affermare con certezza che questo vino è caratterizzato da un vitigno a bacca bianca. Un tempo, i contadini erano soliti definire questo vitigno con il nome di caccia debiti o paga debiti a causa della sua alta resa.

Azienda in evidenza:

Il vino Passerina versato in un calice appare nel colore giallo paglierino con alcuni riflessi dorati; l’odore che è possibile sentire accosta i profumi tipici della frutta tropicale e note floreali di ginestra e fiori bianchi. Questo vino, da consumare nella sua fase giovane e dunque non oltre un anno di vita, è adatto per la cucina di mare. Difatti, è possibile abbinare questo vino con ottimi antipasti, molluschi, zuppe di pesce e crostacei. Il risultato finale, insomma, è quello di un vino ad alto livello di acidità e particolarmente strutturato; al gusto, invece, risulta asciutto e minerale con un piccolo accenno piccante ed amaro.

Il vino bianco Passarina, vino dal grado alcolico 12,5 % vol, è da servire ad una temperatura tra gli 8°C e 11°C circa. Se siete rimasti ammirati dalla descrizione di quest’ottimo vino bianco Offida Passerina e desiderate acquistarne una bottiglia per soddisfare le vostre papille gustative, potrete recuperarlo direttamente dall’azienda  Poderi Dei Colli di Montalto delle Marche, in provincia di Ascoli Piceno.