Pasta tipica Abruzzo

Descrizione

In Abruzzo la pasta per molto tempo ha rappresentato il sostentamento principale per molte famiglie di contadini. La pasta tipica in Abruzzo è senz’altro di formato lungo, ce ne sono infatti diversi tipi. Per primi troviamo i maccheroni alla chitarra che hanno un formato lungo e sono fatti con farina di grano tenero, simili ai maccheroni ci sono poi la mugnaia e la molinara che sono la stessa cosa ma cambiano il nome a seconda della zona di produzione. In provincia di Pescara ad agosto si svolge la sagra della mugnaia una festa con una rievocazione medievale. Sempre nella zona di Pescara troviamo un’altra pasta la pecorara di Sant’Agnello una pasta a forma di anello fatta con uova, acqua, farina condita con sugo di verdure. Spostandoci nella provincia di Teramo altri formati di pasta comune abruzzese sono i tacconi, i quadrucci all’uovo, le fregnacce, e I ravioli dolci che sono un prodotto realizzato per le feste di Carnevale e condite con il sugo mangiati sia come primo che come dolce, tra i formati di pasta piccola adatta per le minestre troviamo le segnette e i pappicci, che vengono preparati con zuppa di ceci e fagioli o con dei sughi. Molto simili a gli strozzapreti sono poi le ndrocchie, altro formato di pasta al quale è dedicata una sagra, si preparano una ad una arrotolandole su di un ferro e sono fatte con farina ed acqua. Concludiamo con una pasta tipica di Civitella del Tronto i maccheroni con le ceppe, che vengono realizzati con una bacchetta di legno che viene usata come un mattarello e fatte rotolare sul tavolo.