Pasta tipica Friuli Venezia Giulia

Descrizione

La tradizione culinaria del Friuli Venezia Giulia è un insieme di tradizioni antiche italiane che subiscono l’influenza della cucina slava e austriaca. E’ una cucina piuttosto agrodolce dove si usano zucchero,formaggi e marmellate dai primi piatti fino ai dolci, ma anche dai sapori decisi e forti tipici dell’Europa nord-orientale. Come in altre regioni nord Italiane per i primi piatti sono famose le zuppe, la polenta e gli gnocchi. Il Friuli però ha anche una discreta produzione di pasta tipica. Tra la tipica pasta del Friuli Venezia Giulia sicuramente sono da ricordare i Biechi una pasta corta tagliata a forma di triangolo di 5 cm fatta con farina di frumento e farina di grano saraceno, acqua e sale, vengono prima lessati e poi passati in padella con burro e formaggio e spolverizzati con formaggio stagionato solitamente locale. Poi troviamo i Cialzons, una pasta fresca all’uovo tagliata a forma di mezzaluna il cui ripieno cambia a seconda della zona dove vengono prodotti. In molte parti vengono riempiti di pane nero grattugiato, ricotta e uva sultanina ed erbe aromatiche in altre invece sì riempiono con pollo, parmigiano e noce moscata e cervello di manzo. Si mangiano principalmente per il giorno di Pasqua e vengono conditi naturalmente con burro o formaggio fuso. Nonostante stiamo scrivendo di pasta dobbiamo per forza nominare gli gnocchi del Friuli che sono fatti con patate, salsiccia, pane di segala e uova, nella varietà chiamata gnocchi della Carnia oppure i pistum che sono di origine medievale fatti con pane,uvetta ed erbe aromatiche.