Pasta tipica Lombardia

Descrizione

Abbiamo già parlato della tradizione di alcune regioni del Nord Italia di sostituire alla pasta altri prodotti come il riso, le zuppe, la polenta, anche la Lombardia con la sua grande produzione di riso, offre alternativi primi piatti.Questa regione però a differenza di altre, ha diverse varietà di pasta tipica. Ad esempio i pizzoccheri che sono prodotti con grano saraceno ed hanno una forma rettangolare e vengono poi conditi con verdure e burro fuso o altri formaggi locali. I marubini che sono simili ai tortelli emiliani farciti di solito con carne e formaggio anche se spesso nel ripieno vengono usate interiora di pollo o di vitello. Nella zona di Bergamo troviamo poi le bardele coi marai che sono simili alle tagliatelle e all’interno del cui impasto viene mescolata la borragine un’erba che cresce in tutta Italia che conferisce un colore verde. Tra la pasta fresca troviamo ancora i cappelloni in provincia di Pavia, all’interno dei quali viene inserita carne, parmigiano e il salame d’la duja tipico della zona e i tortelli di zucca dal gusto agrodolce poiché hanno una farcitura fatta con zucca, mostarda, mele, noce moscata, scorza di limone e zucchero e vengono serviti con burro fuso e formaggio. Per concludere una curiosità sui bigoli di cui abbiamo già parlato per il Veneto, questi spaghetti sono tipici anche della Lombardia nella zona di Mantova e Brescia perché hanno un’origine molto antica e il loro consumo, in particolare nei tempi passati quando non c’era una vasta scelta di cibo, si è diffuso in entrambe le regioni che sono confinanti.