vini tipici della sicilia

Descrizione

La Sicilia, vera e propria isola del vino, è una delle regioni italiane in cui si producono i vini migliori. Le particolari condizioni climatiche, la temperatura mite, le terre collinose, la leggera brezza di mare e il sole che splende 12 mesi l’anno fanno di questa terra un luogo ideale dove coltivare l’uva e produrre del buon vino.

Che la Sicilia sia una terra adatta a produrre vini straordinari lo testimonia il fatto che da sempre il binomio Sicilia-vino è un binomio…vincente! Da secoli ed ancora oggi la produzione di vino rappresenta ancora una delle risorse di maggior rilievo per la più grande isola del Mediterraneo. La storia del vino siciliano ha origini molto remote. I coloni greci furono i primi a curare in modo “professionale” la coltivazione della vite ed è con loro che inizia la produzione degli ormai celebri vini siciliani. Ma anche i fenici contribuirono alla diffusione del “fenomeno” portando i vini prodotti in Sicilia per le rotte commerciali fino a quel momento conosciute.

I vini siciliani da allora ricoprono un posto di rilievo tra i vini italiani sia per qualità che per quantità. Facciamo alcuni esempi: la Sicilia, seguita dalla Puglia e dal Veneto, è la regione italiana con il più elevato patrimonio vitivinicolo di tutta la nazione e quasi 150 mila ettari del suo territorio è coltivato a vigneti. Molti sono i vini siciliani che possono vantare la Denominazione d’Origine Controllata e Garantita (DOCG), la Denominazione di Origine Controllata (D.O.C) e l’Indicazione Geografica Tipica (IGT).

Tra i vini da tavola risulta impossibile non nominare il Nero D’Avola, il Bianco d’Alcamo, l’Eloro bianco e rosso, il Contessa Entellina, il Delia Nivolelli, l’Etna, il Faro, Menfi, Monreale, Riesi, Santa Margherita di Belice e Sciacca e il Sambuca di Sicilia. Ma la Sicilia è famosa, anche e soprattutto, per la produzione di vini dolci e liquorosi. Tra questi spicca il Marsala, conosciuto in tutto il mondo, la Malvasia delle Lipari, il Moscato di Noto e Siracusa, il Passito di Pantelleria e lo Zibibbo.