vini tipici veneto

Descrizione

Nella regione che ospita ogni anno il Vinitaly, salone internazionale delle attività vitivinicole, non possono non trovarsi che grandi vini. Da sempre, infatti, il Veneto è una tra le regioni italiane in cui la coltivazione della vite e la conseguente produzione di vino è una tradizione molto sentita e mantenuta viva con grande professionalità.

I vini, bianchi e rossi, più importanti della regione sono prodotti nella provincia di Verona e tra questi è impossibile non citare almeno il Soave, la Valpolicella e il Bardolino. Tali vini, infatti, non sono conosciuti e apprezzati solo in Italia, ma riscuotono un grande successo anche all’estero. Il primo nasce da uve del vitigno Garganega alle quali possono essere aggiunte, da sole o congiuntamente, anche le uve dei vitigni Pinot Bianco, Chardonnay e Trebbiano di Soave, ma fino ad un massimo del 30%. Di colore giallo paglierino a volte tendente al verdognolo, il Soave ha un profumo ampio, ricco, caratteristico di fiori bianchi e mandorla e un sapore asciutto e leggermente amarognolo. Vino spumante naturale, il soave si sposa con antipasti leggeri, minestre, piatti a base di uova, carni bianche e senz’altro pesce. Da un vino nobile adatto alle grandi occasioni passiamo ad un altro altrettanto importante: la Valpolicella.

Tale vino rosso, dal profumo gradevole e caratteristico che ricorda talvolta le mandorle amare, ha un sapore vellutato e si sposa molto bene con piatti di carni e i formaggi. il Bardolino, infine, è un vino da “tutto pasto” di colore rosso rubino chiaro e di profumo leggero e delicato.