Vini vegani friulani

Categoria

Descrizione

Nel Friuli Venezia Giulia troviamo una cantina che dal 2014 ha iniziato a produrre ben sei vini vegani. Naturalmente tutti i vini in questione sono garantiti e certificati, nel caso di questa azienda la certificazione arriva dalla Certification Europe Italia, partner di Certification Europe Ltd. L’ente certificatore, ha stipulato un accordo con la storica Vegan Society inglese al fine di registrare prodotti e servizi italiani che rispettino gli standard vegani. I controlli da fare per riconoscere un vino vegano sono accurati, bisogna verificare che le aziende che lo richiedono siano conformi ai requisiti della Vegan Society che è la più antica associazione vegana esistente e deve il suo nome al suo fondatore, Donald Watson, che per primo ha coniato il termine “vegan”.

Questa organizzazione persegue il principio etico di rifiuto di ogni forma di coinvolgimento nei confronti degli animali e quindi di impiego di sostanze che provengano da essi. Non è un caso che l’azienda locale che ha prodotto i vini vegani friulani si sia interessata a questo mercato, perché fin dall’inizio del loro lavoro questa cantina ha sempre considerato il vino un prodotto vegetale che non ha bisogno di sofisticazioni di nessun genere e definisce i suoi vini puliti e semplici.

Come abbiamo detto la cantina propone sei vini vegani che sono tre rossi, tre bianchi e tre macerati. Tra i rossi dobbiamo citare il Merlot che è intenso e vellutato, di colore rosso rubino che invecchiando diventa color granato; il suo profumo è pieno con note di mirtillo nero, ribes, prugne e ciliegie. Non è difficile sentire anche gli aromi delle erbe come la menta o il timo e la nota balsamica del pino; anche il sapore è pieno e rilascia gusti di more e ciliegie con sapore terroso ed erbaceo. Per i vini bianchi segnaliamo il Pinot grigio di colore giallo paglierino con riflessi dorati.

Al naso lievemente profumato, fruttato, è una bevanda asciutta e fresca, armonico ed equilibrato; può avere retrogusto leggermente amarognolo. Poi lo Chardonnay, generalmente di un colore che va dal giallo paglierino al giallo dorato e un profumo di frutta matura, si scorgono mela, ananas e banana.

Di solito i vini bianchi Chardonnay esprimono una grande gamma di odori, sapori e colori, perché risentono molto dei diversi metodi di produzione. Tra gli altri prodotti vegani ci sono il Cabernet Franc, il Refosco dal Peduncolo Rosso, il Sauvignon e gli Chardonnay Aur e Sauvignon Aur, chiamati orange wine insieme al Pinot grigio Ram.